La Cicerchiata

Acqua Nerea / Enogastronomia  / La Cicerchiata
La cicerchiata Marchigiana

La Cicerchiata

Un dolce tipico della tradizione marchigiana nel periodo del Carnevale, la Cicerchiata è composta da tante palline fritte o al forno, mescolate con miele bollente, mandorle tritate e abbrustolite, pinoli o noccioline. Può assumere diverse forme: a filoncino, a cupola o a ciambella e il suo colore è tradizionalmente dorato. In alcune zone delle Marche se ne può trovare anche una versione al cioccolato.

Il suo nome deriva da “cicerchia” il famoso legume presidio Slow Food delle Marche perché ne ricorda la forma. Va servita fredda, tagliata a fette e si conserva per diversi giorni.

Ingredienti:

  • 1/2 kg di farina
  • 4 uova
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 4 di olio d’oliva
  • un pizzico di cannella
  • 1 arancia grattugiata
  • un bicchierino di rum

Procedimento:

Impastare bene tutti gli ingredienti e formare dei serpenti di pasta. Tagliateli poi in tanti piccoli pezzetti e friggeteli nell’olio ben caldo.
A parte fate sciogliere 400 gr di miele e 250gr di zucchero, aggiungete mandorle e nocciole a piacere fino ad ottenere un composto liscio e uniforme.
A questo punto unitelo con le palline di pasta appena fritte e mescolate bene: il gioco è fatto!

Un piccolo consiglio, per evitare che la cicerchiata si attacchi sul piatto di portata spennellatelo con un po’ d’olio.

Post Tags: